Navigation öffnen

Nationaler Grippeimpftag 5.11.2021

Giornata nazionale della vaccinazione contro l’influenza, Venerdì 5 novembre 2021

Proteggete voi stessi e i vostri cari con la vaccinazione contro l’influenza. Da metà ottobre fino all’inizio dell’epidemia d’influenza fatevi vaccinare qui.

Saremo felici di consigliarvi. 

Proteggersi dall’influenza

Con le misure di protezione dalla COVID-19 si è impedito l’arrivo dell’ondata di influenza in Svizzera, Europa e nel resto del mondo. Nell’inverno 2020/2021 sono stati registrati in Svizzera solo sporadici casi di influenza, ma questo non vuol dire che sia scomparsa.

Il decorso di un’influenza non è sempre innocuo, anzi può talvolta sfociare in gravi complicazioni. Ne sono colpiti soprattutto gli ultrasessantacinquenni, le donne incinte, le persone affette da malattie croniche, i lattanti e i bambini nati prematuri fino all’età di due anni.

La vaccinazione annuale contro l’influenza protegge efficacemente dal contagio e dalla malattia non soltanto le persone vaccinate, ma anche la loro cerchia privata e professionale, fra cui anche le persone che non possono farsi vaccinare. La vaccinazione anti-influenzale protegge soltanto contro il virus dell’influenza e non contro la COVID-19, e nemmeno contro i raffreddamenti frequenti in inverno. Ma riduce il rischio di prendere l’influenza (=influenza).

Il periodo di vaccinazione antinfluenzale dura da metà ottobre all’inizio dell’ondata di influenza. La Giornata nazionale della vaccinazione contro l’influenza si svolgerà venerdì 5 novembre 2021. Anche vaccinandosi a dicembre o più tardi, il sistema immunitario dell’organismo ha tempo a sufficienza per sviluppare una protezione vaccinale. In Svizzera l’ondata di influenza inizia solitamente a gennaio, in anni «normali».

Ma cos’è l’influenza?

L’influenza è una malattia infettiva delle vie respiratorie provocata dai virus dell’influenza. Essi circolano soprattutto durante i mesi freddi da dicembre a marzo. L’influenza fa dunque quasi parte del corso normale dell’inverno.

L’improvvisa comparsa di febbre elevata (>38°C) e di sintomi come brividi, raffreddore, tosse, mal di gola, mal di testa, vertigini, dolori al petto, alle articolazioni e ai muscoli sono le manifestazioni tipiche dell’influenza che possono persistere per una o due settimane. Nei bambini possono inoltre manifestarsi nausea, vomito e diarrea. Negli anziani, l’influenza può anche non provocare febbre.

Differenza rispetto alle malattie da raffreddamento

L’influenza – così come una malattia da COVID-19 – può causare gravi complicazioni che a volte possono mettere in pericolo la vita, mentre nel caso di una malattia da raffreddamento le complicazioni gravi sono un’eccezione.

Differenze rispetto alla COVID-19

Per quanto riguarda l’attuale pandemia, il nuovo coronavirus è praticamente sconosciuto al sistema immunitario di ancora molte persone. Pertanto, il numero di persone che possono ammalarsi gravemente di COVID-19 durante l’attuale pandemia è nettamente superiore al numero di persone con complicazioni da influenza durante una normale stagione influenzale. Coronavirus: malattia, sintomi e trattamento

Il check vaccinale

Le è stata raccomandata la vaccinazione contro l’influenza? Faccia il check vaccinale!